Siamo lieti di pubblicare dei contributi di Nadia Russo, una nuova amica del Centro Sociale Polivalente "DI.Re". Amando molto la scrittura, Nadia ci regala una serie di articoli dedicati ai nostri ragazzi, le loro passioni e le nostre attività.

NADIA CI RACCONTA : FRANCESCA, LA PIANISTA IN ERBA

Data pubblicazione

Continua la serie di articoli della nostra amica Nadia, in cui si raccontano le persone che animano quotidianamente il nostro Centro Sociale Polivalente Di.Re.
Oggi è il turno di Francesca

In settimana ho intervistato Francesca , una ragazza di 16 anni a cui piace molto suonare il piano forte. Prende lezioni per perfezionare la sua bravura, la maestra che le impartisce le lezioni le è simpatica e vede in lei quasi una seconda mamma essendo questa molto dolce e comprensiva .
Fra le ragazze che frequentano il centro polivalente Francesca è sicuramente colei a cui riesce non facile comunicare. La musica però è come una valvola di sfogo . Ho notato che nel laboratorio di karaoke canta esprimendo tutta la sua creatività, lasciando da parte ogni forma di timidezza .
In confidenza durante la intervistavo mi ha rivelato che nel privato della sua camera sfoga tutte le sue paure nel ballo acquisendo così la pace e la tranquillità, cose che per ovvi motivi all'esterno non si vedono. Il definire se stessi aperti , socievoli e con una notevole parlantina viene visto da chi non la conosce come un modo per nascondere la sua realtà che le deve andare stretta come un paio di scarpe del numero errato.
Il mondo di Francesca è scandito da note musicali che la rendono felice. Prima dell’estate, verso giugno o giù di lì ha partecipato a un saggio musicale esibendosi in un brano sinfonico, raccogliendo il consenso generale del pubblico .
Le educatrici che la conoscono da più tempo hanno di lei un ottimo giudizio e non cercano di imporle le attività da svolgere .
Un giorno ho preso un iniziativa coraggiosa per cercare di avere un punto di contattò con lei . Le ho regalato un diario dove può scrivere i suoi pensieri , cosa fa a scuola , tutto quello che vuole. Mi ha sorpreso il fatto che lo ha apprezzato, non capiva che era un mio regalo e chiedeva all'educatore di turno se lo poteva accettare. Nel momento in cui ha capito che era un regalo è stata felicissima di accettarlo e non finiva di ringraziarmi con abbracci calorosi.
Da un po’ di giorni è ritornata a scuola ed ha ripreso a studiare. Nei compiti che le vengono assegnati le da una mano un’ educatrice del centro, lei vorrebbe ritornare a frequentarlo ma chi la segue mi ha detto che per ora non è possibile. Peccato perché le ero affezionata anche se non la conoscevo a sufficienza.

NADIA RUSSO

 

Share

© ISTITUTO IMMACOLATA a.s.p. - c.f. 80001610759 - p.iva 04398050759